Sensori di prossimità: perchè scegliere i proximity induttivi


sensori di prossimità induttivi

I sensori di prossimità, o proximity induttivi, sono dei meccanismi in grado di rilevare la presenza di oggetti nelle immediate vicinanze al lato sensibile del sensore stesso, senza che sia necessario un effettivo contatto fisico. Scopriamo assieme le loro caratteristiche e perchè sceglierli!

Quali sono le loro caratteristiche principali?

• Un’elevata resistenza ai disturbi elettrici ed elettromagnetici
• Una considerevole solidità meccanica
• Un’ampia disponibilità di modelli con differenti teorie di funzione
• Case e interconnessioni customizzabili.

Come funzionano i proximity induttivi?

I sensori di prossimità induttivi, o proximity induttivi, si basano sul principio della variazione di riluttanza che presenta un elettromagnete quando nelle vicinanze si presenta un oggetto realizzato in materiale ferromagnetico. Il circuito del sensore induttivo è formato da un oscillatore LC, da un raddrizzatore e da una bobina che viene alimentata con tensione sinusoidale ad alta frequenza di parecchi MHz. La spiegazione del funzionamento è semplicissima: la corrente elettrica che circola nella bobina genera un campo elettromagnetico oscillante. Nel momento in cui un oggetto metallico entra all’interno del campo, le correnti parassite indotte fanno diminuire l’ampiezza dell’oscillazione. Quest’ultima, una volta raggiunta una certa soglia, fa sì che il sensore commuti il segnale d’uscita.

Perchè scegliere i sensori di prossimità?

I sensori di prossimità induttivi vengono applicati su cilindri oleodinamici, pistoni, alberi traslanti, leve di comando, in particolare su macchine utensili, veicoli agricoli ed industriali e macchine destinate all’industria tessile e automotive. Questi sensori vengono utilizzati anche per la rilevazione di oggetti metallici in ambienti difficili, così come per controllare il passaggio di oggetti che si succedono a una velocità elevata. I sensori induttivi, inoltre, rappresentano la soluzione più economica e tecnicamente corretta per un rilevamento sicuro fino a una distanza di 100 mm nel 99% dei casi.

Per maggiori informazioni sui sensori induttivi SM Prox, contattateci!